Festa di San Giovanni

Il 24 Giugno è un giorno speciale per Firenze – è La festa di San Giovanni, il santo patrono della città, a cui il Battistero è dedicato, e per festeggiare durante il giorno ci sono diversi eventi in tutta la città!
San Giovanni è il Santo Patrono di Firenze fin dai tempi dei longobardi, e i fiorentini lo hanno probabilmente scelto perché il protettore precedente era Marte, il dio guerriero, forte e coraggioso e Giovanni con la sua personalità battagliera deve essergli sembrato un degno sostituto. In secondo luogo perché i suoi insegnamenti erano semplici e diretti al punto. Duro e inflessibile, San Giovanni era quindi il protettore ideale per una comunità la cui ricchezza è basata sul commercio e la cui reputazione era come denaro pronto.
Così la festa di San Giovanni Battista  inizia la mattina del 24 giugno: la tradizionale offerta di un cero per San Giovanni è sopravvissuta fino ad oggi, erede del dono dei ceri da bruciare da parte dei nobili fiorentini.
Il Corteo Storico parte da Piazza della Signoria e prosegue verso il Battistero, con un’offerta di candele per il patrono.
Dopo la sfilata, segue una messa solenne con l’esposizione delle reliquie del Santo.
Il pomeriggio del 24 giugno, è il momento per uno degli eventi più popolari legati alla festa di San Giovanni Battista è il “calcio storico fiorentino”, che si tiene in Piazza Santa Croce. Rievocazione storica di un antico gioco antenato forse del calcio. Il torneo si svolge tra le squadre dei quattro quartieri storici della città. Dopo un lungo percorso, il corteo formato dai giocatori detti “calcianti”, da Santa Maria Novella, una delle piazze più belle di Firenze, giunge fino a Santa Croce che per l’ occasione, diventa “stadio” e dove è possibile assistere al calcio storico fiorentino, nato nel 16 ° secolo.
Il gioco è più simile al rugby o al football americano nella sua versione moderna, con regole che sembrano essere praticamente inesistenti: si va da calci e pugni a colpi sotto la cintura. Scopo del gioco è segnare una “caccia”, (cioè far arrivare la palla nella “porta”avversaria), e tal scopo quasi ogni mezzo è lecito.Fuochi di San Giovanni!!

E per finire in bellezza la sera del 24 si svolge uno spettacolo pirotecnico tradizionale chiamato Fuochi di San Giovanni, anzi i “fochi”, come li chiamano i fiorentini, che vengono sparati dal Piazzale Michelangelo.

I tradizionali fuochi d’artificio sopra l’Arno si ripetono fin dal 17 ° secolo, a sostituire i fuochi che si accendevano per la festa del solstizio d’estate e che più tardi divennero un appuntamento imprescindibile  del giorno di San Giovanni.

I fuochi d’artificio normalmente iniziano alle 10 di sera, e si consiglia di arrivare un po prima per assicurarsi un bel posto da cui godere dello spettacolo! Molte persone arrivano fin dalle 7 di sera. I posti migliori sono sul Ponte Santa Trinità o  sul Ponte alla Carraia e in generale sui lungarni che si riempiono di una folla enorme

Insomma, avete prenotato un soggiorno a Firenze proprio in coincidenza con il 24 giugno?       Bhé, allora siete fortunati, avrete l’opportunità di poter partecipare dal vivo ad una delle feste più antiche e sentite della città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *